La Via Regia [I] - Viaggio da una Vita

Vai ai contenuti

Menu principale:

Varie > Trekking & Walking > Lombardia > Lago di Como





A distanza di pochi giorni, dopo il secondo tratto del Sentiero del Viandante sulla sponda di Lecco, rieccoci sul Lago di Como a percorrere la Via Regia; questo sentiero realizzato in epoca romana, collegava Milano con le Alpi e nella fattispecie Como con Bellagio anche se, ultimamente, l'ultimo tratto non è facilmente percorribile se non su strada asfaltata.

Arrivati a Como siamo saliti a Brunate con la funicolare e da li, dopo aver ammirato le Alpi ed i grattacieli di Milano, siamo partiti verso Torno; peccato per il cielo nuvoloso e l'atmosfera un pò cupa che non hanno consentito di godere a pieno del panorama dal Piazzale della Chiesa di Sant Elisabetta a Montepiatto dove abbiamo fatto la pausa pranzo.

Queste zone sono anche famose per i cosidetti Massi Erratici, che difficilmente si trovano altrove, ed una testimonianza è la Pietra Pendula che con le sue 2 roccie sovrapposte assomiglia ad un fungo; oltre alla suddetta, dopo aver fatto una piccola deviazione dal sentiero principale, abbiamo visto gli Avelli che erano nient'altro che tombe ad inumazione scavate proprio in questa tipologia di rocce.

Scesi a Torno, dopo una breve sosta bar, siamo ritornati a Como in battello, giusto in tempo per fare un breve giretto nel centro storico intorno al Duomo.


RICORDI BREVI
:


MEZZO DI TRASPORTO: Pullman GT con la Pietra Verde.

ITINERARIO 1: Brunate - Montepiatto - Piazzaga - Torno



 
Torna ai contenuti | Torna al menu