Marchesato del Monferrato [I] - Viaggio da una Vita

Vai ai contenuti

Menu principale:

Varie > Castelli e Residenze > Italia





Probabilmente la curiosità per Castelli e Fortificazioni è nata con il consolidarsi dell'interesse verso il medioevo e con vaghi ricordi adolescenziali che volevo "schiarire" e fissare meglio in testa; ancora ragazzino con altri 2 amici ci eravamo avventurati, in pieno spirito Goonies, in quelli che erano i sotterranei del Castello di Tortona accedendo nei pressi del vecchio Cinema Sociale e sbucando dietro la Casa del Giovane; quello probabilmente, è stato il primo contatto con un castello delle mie zone.

La zona del Monferrato, sia alta che bassa, ne comprende tanti ed i primi "approcci" furono con quelli di Cremolino e di Lerma quando, nelle serate tra amici, si frequentava molto la zona pre-appenninica tra Gavi ed Acqui Terme anche se il vero avvicinamento è avvenuto anni dopo con un "febbrile" giro in moto; il ricordo di quel giro però è molto vago e credo che la passione per la bici mi riporterà presto in quelle zone; molto più nitido, anche se meteorologicamente uggioso, è il ricordo del Castello di Tagliolo apprezzato solo da fuori perchè oltre ad esserci capitati per caso era anche un periodo di non accessibilità al pubblico.

Più recentemente, complice il fatto di aver iniziato a frequentare la zona del Casalese e del Valenzano per motivi lavorativi, ho raggiunto in bici sia il Castello di Giarole e sia quello di Pomaro ma entrambe sono strutture private aperte solo in occasione degli eventi "Castelli Aperti".

RICORDI BREVI
:


MEZZO DI TRASPORTO: Auto propria: Nissan Almera, Toyota Yaris; moto propria: Kawasaky ZR7; Bici.
LUOGO:
Piemonte.



 
Torna ai contenuti | Torna al menu